//
you're reading...
Europe

L’Eurozona è in deflazione, gli acquisti BCE di Abs non funzionano

deflazione1

Fonte investireoggi.it – Il calo dei prezzi accelera nell’Eurozona a gennaio e gli stimoli della BCE sinora varati si sono mostrati deludenti, quanto alla loro efficacia.

Secondo l’Eurostat, i prezzi nell’Eurozona a gennaio sono diminuiti dello 0,6% su base annua, il calo più marcato di sempre da quando c’è l’euro, al pari di quello registrato nel luglio del 2009. Si è trattato del secondo calo annuo consecutivo, dopo il -0,2% di dicembre, peggiore delle attese, che erano per una flessione tendenziale dello 0,5%. Pertanto, l’Eurozona sarebbe entrata in deflazione, anche se grossa parte del calo dei prezzi sarebbe attribuibile dalla caduta di quelli energetici (-8,9% dopo il -6,3% di dicembre). A crescere sarebbero solo i prezzi dei servizi, +1% atteso, dopo il +1,2% del mese precedente.

La Germania, principale economia dell’Eurozona, ha registrato un calo tendenziale dello 0,5%, sebbene nel frattempo la disoccupazione sia scesa al 6,5%, il dato più basso dai tempi della riunificazione. In ogni caso, la deflazione tedesca è tre volte inferiore a quella della Spagna, che a gennaio ha visto scendere i prezzi dell’1,5% rispetto all’anno scorso, più delle attese degli analisti del -1,3% e in accelerazione dal -1,1% di dicembre. Per Madrid si è trattato del settimo calo consecutivo. In ogni caso, l’economia spagnola ha anche registrato una crescita congiunturale del pil dello 0,7% nell’ultimo trimestre dell’anno e del 2% su base annua, secondo l’istituto statistico Ine.

In attesa di conoscere i dati dell’Italia, l’Istat ha pubblicato l’andamento dei prezzi alla produzione nel nostro paese a dicembre, riscontrando un calo dello 0,7% rispetto al mese precedente e dell’1,8% su base annua. Il dato dimostrerebbe la tendenza calante dei prezzi sin dalla produzione, trasferendosi poi al dettaglio. A dicembre, però, la disoccupazione è scesa al 12,9% dal 13,3% di novembre, con il mercato del lavoro che ha così recuperato 93 mila posti.

Stimoli BCE efficaci?

La riduzione marcata dei prezzi a gennaio rappresenta una giustificazione nelle mani del governatore della BCE, Mario Draghi, rispetto al QE annunciato la scorsa settimana. Tuttavia, gli esiti dell’acquisto dei titoli di stato potrebbero non essere in linea con le attese, come starebbe avvenendo con i titoli Abs (“Asset-backed securities”), i titoli che cartolarizzano i prestiti delle banche e acquistati dalla BCE sin dal mese di novembre. L’obiettivo di Francoforte è di iniettare liquidità, anche in questo caso, e di stimolare l’emissione di questi titoli, che nei fatti “impacchettano” i rischi sul credito e lo cedono ad altri. Ebbene, a gennaio nell’Eurozona sono stati emessi Abs per soli 1,2 miliardi di euro, secondo JP Morgan, il quantitativo minore dall’agosto del 2011.

Per quanto il primo mese dell’anno rappresenti sempre una frenata, il crollo è stato significativo, anche se avrà potuto incidere il dibattito intorno ai nuovi stimoli monetari della BCE e l’attesa del loro varo. Il mercato degli Abs si è contratto del 40% dal 2010, ma nel 2014 ne sono stati emessi 81 miliardi contro 75 miliardi del 2013.

Deludenti gli acquisti della BCE dal novembre scorso: appena 2,3 miliardi di euro. Il problema è rappresentato proprio dal mercato relativamente piccolo di questi titoli. In ogni caso, quest’anno si stimano emissioni tra i 100 e i 115 miliardi di euro in Europa.

Fonte: http://www.investireoggi.it/economia/eurozona-in-deflazione-prezzi-giu-dello-06-a-gennaio-e-gli-stimoli-bce-deludono/

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: