//
you're reading...
debt, Europe, growth

Juncker prende Tsipras per mano. Il premier greco:rispetteremo le regole e troveremo un accordo

Il premier greco Alexis Tsipras è arrivato nella sede della Commissione Ue  a Bruxelles, dove lo attendeva il presidente Jean Claude Juncker che, di fronte alle telecamere, lo ha prima abbracciato e baciato, e poi lo ha preso per mano sorridendo, con un gesto plateale, accompagnandolo verso i piani superiori. Dopo Parigi, Londra e Roma (martedì ha visto Renzi) Tsipras è nella capitale dell’Ue, dove vedrà anche il presidente del consiglio Ue Donald Tusk. Mentre il ministro delle Finanze Yanis Varoufakis è a Francoforte per parlare con il presidente della Bce Mario Draghi delle banche elleniche e di un possibile scioglimento della Troika. L’obiettivo è quello di trovare il modo di rinegoziare i 240 miliardi di euro del piano di salvataggio internazionale. I riflettori sono puntati soprattutto su Varoufakis, il quale intende mantenere a galla la Grecia fino giugno e propone uno swap per alleggerire il peso del debito di Atene, che colleghi i rimborsi sugli interessi alla ripresa della crescita del Pil. Giovedì il ministro greco resterà in Germania per incontrare il ministro delle Finanze tedesco, Wolfgang Schaeuble, un osso duro, che parlerà anche a nome di Angela Merkel, visto che la cancelliera ha preferito non incontrare Tsipras. Certo è che il compito di Varoufakis è tutt’altro che facile, perché la Bce, secondo il Financial Times, per ora non ha alcuna intenzione di alzare da 15 a 25 miliardi il tetto per il collocamento dei titoli di stato a breve termine. Una richiesta, questa, avanzata da Atene, che ha proposto ai funzionari europei di trovare fondi attraverso l’emissione di 10 miliardi di euro di titoli di Stato a breve termine, con un finanziamento ponte per i prossimi tre mesi, per poi trovare un nuovo accordo con i partner della zona euro, precisa il quotidiano britannico. Certo è che Vanoufakis, dopo l’incontro con Draghi, ha affermato: “Abbiamo avuto un colloquio fruttuoso, ho detto al presidente della Bce che il caso greco non può essere trattato come business as usual, e cioè come gli altri”. Il ministro delle Finanze ellenico ha aggiunto che “la Bce è anche la banca centrale della Grecia e farà tutto il possibile per aiutare gli stati membri dell’area euro” e ha spiegato: “Non ho dubbi che potremo chiudere la discussione con i nostri partner europei e con il Fmi e la Bce in breve tempo in modo da far ripartire l’economia greca”.

Tsipras: rispetteremo la sovranità del popolo greco e le regole dell’Ue

“Il nostro obiettivo è quello di rispettare la sovranità del popolo greco e il chiaro mandato che ci ha dato. Nello stesso tempo rispetteremo le regole dell’Unione europea”, ha detto Tsipras. “Vogliamo correggere il quadro, non distruggerlo e pensiamo che in questo quadro possiaamo trovare una soluzione accettabile per tutti”. Il premier greco, che ha incontrato anche, per la seconda volta dalla sua nomina, il presidente del parlamento europeo Martin Schulz, si è detto “molto ottimista”. “Troveremo un accordo comune, praticabile e soddisfacente per tutti”, ha assicurato. “So che la storia dell’Ue è una storia di disaccordi che alla fine diventano compromessi e accordi”

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: