//
you're reading...
Others

Petrolio: a gennaio cala produzione Opec ma sale quella saudita

AlessandroPedrini Finanza&Mercati

Agi

Nonostante il crollo delle quotazioni del greggio, dovuto alla decisione dell’Opec di mantenere la produzione invariata nonostante l’abbondante offerta, il membro piu’ potente del cartello, l’Arabia Saudita, ha addirittura aumentato l’output nel mese di gennaio.

A quanto si apprende dall’ultimo bollettino Opec, Riad ha prodotto il mese scorso 9,68 milioni di barili di petrolio al giorno, 50 mila barili in piu’ rispetto a dicembre. La produzione dell’intero cartello sarebbe invece scesa di 53 mila barili a gennaio, toccando i 30,15 milioni di barili al giorno.

Se l’obiettivo dei sauditi, che hanno un punto di pareggio cosi’ basso da poter tollerare anche quotazioni intorno ai 20 dollari al barile, era mettere fuori mercato i produttori shale statunitensi (e, secondo alcuni analisti, la Russia), parrebbe ci stiano riuscendo. Sembrerebbero confermarlo non sono solo i recenti dati di Baker Hughes sul forte rallentamento dell’attivita’ estrattiva in Nord America ma anche le stesse…

View original post 160 more words

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: