//
you're reading...
Others

L’immobiliare di fascia alta conquista gli investitori statunitensi grazie all’euro debole

AlessandroPedrini Finanza&Mercati


A novembre, Lisa Suydam ha avviato le trattative per un pied-a-terre a Parigi, ma l’accordo non è ancora stato chiuso perché il venditore ha bisogno di più tempo. Suydam non potrebbe essere più felice. “Ogni punto che l’euro perde, io risparmio. Non avere chiuso l’affare mi ha fatto risparmiare molto”, ha raccontato la sessantaduenne assistente di volo in pensione. Lo scorso autunno, quando si è accordata per il pagamento di 690 mila euro per il monolocale di 34 metri quadrati nel settimo arrondissement, il costo in dollari era intorno a 870 mila. Oggi è circa 760 mila dollari, anche se Suydam ha già versato una caparra del 10% e ha cambiato alcuni euro a un tasso leggermente più elevato, progetta di concludere alla fine del mese.

Per gli americani che hanno sempre sognato una fuga in Europa, il crollo dell’euro è la svolta. Dal minimo dello scorso anno ad oggi…

View original post 1,302 more words

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: