//
you're reading...
Europe, Italy, USA

Come il Bitcoin sta sostituendo il denaro tradizionale

di Rischio Calcolato / Ho il privilegio di appartenere ad una sempre meno piccola comunità di persone che usano bitcoin, investono in bitcoin e fanno impresa utilizzando le proprietà della blockchain. La maggior parte di noi è formata da semplici utenti e investitori e siamo tutti molto attenti a quello che succede alla Moneta Digitale e alla Blockchain in ogni sua forma.

Guardandomi indietro mi sono reso conto di quanta strada abbia fatto bitcoin in un solo anno, in particolare riguardo al fatto che ad esempio oggi rispetto ad un anno fa è possibile acquistare alcuni servizi utilizzando bitcoin, e intendo servizi professionali utili anche a società.

Banalmente oggi ci sono centinaia di servizi di Hosting, di mail, Vpn e Vps e di VoiceOverIp altri servizi più evoluti pagabili bitcoin, oltre al fatto che attraverso BitPay o altri sistemi per fare un link immediato fra bitcoin e valuta fiat è possibile acquistare quasi qualsiasi cosa direttamente con bitcoin.

Il che ha una implicazione piuttosto importante:

Supponendo di essere una società che fa business e che si fa pagare anche in bitcoin è già possibile oggi spendere direttamente bitcoin per acquistare almeno una parte dei fattori della produzione

Ovvero non è più strettamente necessario convertire in valuta fiat TUTTI i bitcoin ottenuti dalla vendita di beni e servizi, almeno una parte sono spendibili direttamente SALTANDO i costi del sistema bancario, ad esempio paypal che carica il 3.5% per ogni transazione più un altro 3.5% per il cambio della valuta.

Bitcoin permette la trasmissione del denaro tra le parti senza una intermediazione ad un costo ridicolo, tra lo 0.1% e lo 0.001% in certi casi anche a costo zero. Dunque bitcoin permette di applicare sconti al venditore.

La questione del costo della transazione può sembrare marginale, e normalmente lo è per chi vende servizi ad altro valore aggiunto, ma ci sono settori in cui il margine è tra il 5% e il 10%, mi riferisco ad esempio agli elettrodomestici e dunque eliminare il costo della transazione fa tutta la differenza del mondo.

Tornando all’oggi è vero che ciò che realmente una azienda può realisticamente acquistare in bitcoin è piuttosto limitato, è vero che ci sono difficoltà per fare la contabilità in bitcoin, ma è altrettanto vero che una piccolissima fetta di beni e servizi anche per le imprese viene pagato in bitcoin, e sempre le aziende che pagano in bitcoin vendono anche beni e servizi (anche) in bitcoin.

Il punto è che in alcuni limitati casi la valuta fiat viene completamente saltata.

Il che non avveniva per niente solo 12 mesi fa.

Dunque sono ottimista, lo sono sempre di più sul futuro di questa tecnologia. Bitcoin è virale, transnazionale come internet, e produce di per se cultura libertaria. Questo forse è il punto che mi rende personalmente più felice, bitcoin restituisce agli individui la libertà e le responsabilità del possesso del denaro, e il denaro a cui siamo abituato costituisce una delle pietre angolari della nostra visione del mondo.

Più esso (il denaro) è controllato, centralizzato e regolato maggiore è un humus culturale che tende al socialismo e alla Statolatria, bitcoin è la cura.

p.s. e molti di voi, cominceranno ad odiarlo. Credetemi.

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: