//
you're reading...
USA

Stati (imp)Uniti d’America

di Ludovico Nobile (ABC Economics) / Alla fine del XIX secolo gli avvocati Algernon Sydney Sullivan e William Nelson Cromwell lavorarono per John Pierpont Morgan per la creazione della Edison General Electric, con maggiori produttori di acciaio per la formazione della United States Steel Corporation e documentarono il finanziamento del canale di Panama; fondarono così uno studio legale che oggi ha oltre 130 anni di storia e conta più di 800 avvocati. In quegli anni lo studio legale Sullivan & Cromwell era lo studio legale scelto da qualsiasi società straniera con interessi negli Stati Uniti o dalle società americane con interessi all’estero. In quello stesso studio, trovò lavoro subito dopo avere frequentato l’università di Princeton, John Foster; il fatto che il nonno fosse stato Segretario di Stato degli Stati Uniti d’America così come del resto lo zio non era un caso. Il fratello di John Foster, Allen Welsh invece iniziò la sua carriera come diplomatico per 10 anni e fu militare attivo nell’Office of Strategic Services (OSS) di Berna, per il segretario del Dipartimento di Stato.  Nel 1926 a 33 anni raggiunse il fratello alla Sullivan & Cromwell e per 16 anni svolse attività di avvocato, di finanziere, intermediario nella compravendita di armi e banchiere (entrando nella massoneria di rito scozzese). Allan lavorò come il fratello maggiore, per colossi come la United Fruit Company o la Standard Oil Company di John D. Rockefeller e divenne il principale negoziatore d’armi per il Dipartimento di Stato, fino al 1942. Averell Harriman era un industriale dei trasporti ferroviari e Allen era suo amico intimo (La Brown Brothers si era fusa con la Harriman & Co. di New York per formare la Brown Brothers Harriman). La Brown Brothers Harriman finanziò il Partito Nazista portando al potere Adolf Hitler. Un gruppo di industriali nel gennaio del 1933 ricevette Hitler alla Banca Schroeder dove questi prese altro denaro per superare la crisi e schiacciare i sindacati. Due americani parteciparono a questa riunione, John Foster Dulles e Allen Dulles. Nel 1934 Allen Dulles era entrato nel consiglio d’amministrazione della banca Schroeder, suo fratello John Foster Dulles ne era consigliere legale, la banca era il braccio finanziario del nazismo. 

I fratelli Dulles contribuirono a formare l’Ufficio di Coordinamento delle Politiche (Office of Policy Coordination), che fu un apparato degli Stati Uniti per operazioni psicologiche segrete e di organizzazione delle azioni paramilitari.  Allen una volta approdato alla CIA promosse il progetto MK-ULTRA sul controllo mentale e l’Operazione Mockingbird, un programma per influenzare psicologicamente la popolazione americana, per mezzo di propaganda su pubblicazioni come Selezione dal Reader’s Digest, Life, TIME e altri media statunitensi.

Tra il 1933 e il 1944 Allen fu segretario del Council on Foreign Relations, la potentissima associazione para-massonica che in quegli anni ricevette ingenti fondi dalla Ford Foundation (si quel Ford tanto vicino a Hitler) e dalla Rockfeller Fundation e che finì per controllare la politica estera americana presidiando interessi privati.

Per fortuna Franklin Delano Roosvelt , leader della massoneria atlantica progressista e Churchill a guida delle frange moderate della massoneria conservatrice si accordarono quindi per fermare l’esperimento Nazista di Hitler; i due fratelli per un po’ non furono così in vista. 

Nel 1953 Foster diventò segretario del Dipartimento di Stato Americano(sotto il nuovo presidente Eisenhower), come lo erano stati lo zio ed il nonno mentre il fratello Allen era diventato il capo della CIA. Questa malsana situazione, di due fratelli in posizioni chiave nell’amministrazione americana, con decennali rapporti lavorativi con gruppi industriali e finanziari, contribuirono pesantemente alla deriva interventista della politica estera americana, principalmente basata su due principi:

1) controllo dell’economia mondiale e dei suoi mercati finanziari;

2) controllo delle risorse naturali.

Non a caso gli Stati Uniti controllano i governi di 191 paesi alle Nazioni Unite.

Potendo lavorare in tandem, sicuri della mutua copertura i fratelli nel 1953 si adoperarono ad un primo colpo di stato in Iran, dove il primo ministro democraticamente eletto Mosaddiqnel fu rimosso per avere nazionalizzato l’industria iraniana del petrolio (operazione dei servizi segreti americani e britannici). Seguì un colpo di stato in Guatemala nel 1954, contro il governo democraticamente eletto del Presidente Jacobo Arbenz Guzmán, che venne rimosso perché voleva nazionalizzare terreni incolti della United Fruit Company (UFC) e proprietà, non perché Arbenz minacciasse la sicurezza di altri paesi, ma piuttosto perché’ minacciava gli interessi personali dei due fratelli (e di mezzo Congresso Americano-incluso Barnays, che per la UFC si occupava ufficialmente delle ‘relazioni pubbliche’ in realtà dirigeva una feroce campagna di disinformazione contro Arbanez). Questo fu il colpo di stato che radicalizzò Che Guevara.

Nel 1960 Allen si occupò di arrestare il processo di indipendenza del Congo dal potere coloniale belga. Documenti ormai declassificati confermano che l’ordine di uccidere Lumumba in Congo venne direttamente dal Presidente americano Eisenhower. Ancora una volta la CIA (e il Belgio) aiutarono Mobutu ad attuare il colpo di Stato contro il governo di Patrice Lumumba primo leader del paese ad essere stato eletto democraticamente.

Nel 1961 gli americani fallirono l’invasione di Cuba, rafforzando i rapporti di Fidel Castro con l’Unione Sovietica che portarono un anno dopo alla crisi missilistica di Cuba; ancora oggi gli Americani si ostinano all’embargo di paese poverissimo ridotto a safari , dove in cattività sono esseri umani.  Juan Bosh, primo presidente democraticamente eletto della Repubblica Domenicana, fu rovesciato dopo appena 7 mesi di governo per le sue politiche di riforma agraria volte a rompere i latifondi. Con la scusa di proteggere gli stranieri gli Americani inviarono i propri marines ad assicurarsi la riuscita del colpo di stato.

Tra il 1960 e il 1965 la CIA attentò 8 volte alla vita di Castro. Ma per otto tentativi andati a male a Cuba in Texas fecero centro uccidendo il presidente Kennedy, senza il coinvolgimento della CIA un delitto perfetto non sarebbe stato possibile. Il neoeletto presidente aveva imposto alla CIA delle condizioni tali per l’invasione di Cuba tali da causarne l’insuccesso, e minacciava i fatturati dell’industria degli armamenti (perché’ restio ad inviare truppe in Vietnam ed avrebbe potuto concordare un disarmo con l’unione Sovietica) e quelli delle banche, permettendo alla tesoreria di stato di emettere direttamente certificati argentei aggirando la Federal Reserve. A nulla valsero le denunce contro l’imperialismo americano di Ernesto Che Guevara alle Nazioni Unite nel celebre discorso del primo Dicembre 1964. 

Altro fallimento nel 1965 quando gli Americani provano a rovesciare il Presidente Indonesiano Sukarno che aveva sempre cercato buone relazioni con gli Stati Uniti ma i cui sforzi erano vanificati dalle sue buone relazioni con Russia e la Cina e la sua capacità di dialogare con il partito comunista domestico. 

Disastrosa fu anche la guerra in Vietnam dove già nel 1950 gli Americani iniziarono a mandare i propri esperti militari per aiutare le forze coloniali francesi in Indocina e fermare l’avanzata comunista di Ho Chi Minh (la vittoria di un partito comunista era un lusso che non ci saremmo potuti permettere nemmeno in Italia, tanto che gli americani avevano lasciato degli eserciti segreti in tutta l’Europa – in Italia la Gladio), agli inizi del 1960 il coinvolgimento militare prese una piega drammatica aumentando di anno in anno lasciando a terra 5 milioni di morti in Vietnam ma anche quasi altri 3 milioni in Cambogia e Laos.  Nel 1963  gli americani considerarono inopportuno continuare a sostenere Diệm , presidente del Sud Vietnam, per i suoi scarsi risultati militari , fu quindi fatto uccidere nonostante Kennedy avesse autorizzato solo il colpo di stato, non l’assassinio. La CIA fabbricò un finto attacco ad una nave americana nel 1964 per vendere la guerra agli americani e per legittimare un maggiore invio di forze militari in Vietnam, morte e distruzione seguitarono fino agli anni ’70.

La scia di interventi ed operazioni segrete in centro sud America continuò’ inesorabile, passando per il colpo di Stato in Bolivia (1971) , l’omicidio di Salvador Allende Presidente del Chile e leader progressista (1973) la guerra civile in Salvador (1981-1992) , il supporto alle Contras del Nicaragua contro le forze progressiste Sandiniste (1981)  il colpo di stato in Grenada (1983) perché’ il presidente Maurice Bishop era contrario all’embargo contro Cuba. In Italia, gli Americani fecero uccidere Aldo Moro, capo della Democrazia Cristiana e reo di volere portare i comunisti ad un governo di coalizione.

Solo dopo qualche settimana dalla caduta del muro di Berlino, il mondo osservò in silenzio l’invasione di Panama, questa volta senza che gli americani si dovessero preoccupare della reazione dell’Unione Sovietica.

Nel giorno di Natale del 1991 si consumò la dissoluzione dell’Unione Sovietica, e si decretò l’indipendenza delle repubbliche sovietiche. Il meccanismo, con il quale erano state vendute le guerre e giustificate le peggiori nefandezze nel XX secolo (tra le quali la spesa militare degli Stati Uniti), era venuto meno. 

Fino a quel momento la Jugoslavia, federazione socialista di diverse repubbliche, godeva del supporto degli Stati Uniti per aver rifiutato di legarsi all’Unione Sovietica durante la Guerra Fredda; la dissoluzione dell’Unione Sovietica fece venire meno l’utilità della Jugoslavia per gli Stati Uniti che cambiarono attitudine e lavorarono con la Germania per convertire l’economia socialista iugoslava in un sistema capitalista (per questo era necessario disgregare la federazione). Sfruttando le differenze etniche e religiose tra le varie parti della Jugoslavia e manipolando l’informazione, gli Stati Uniti riuscirono a portare il paese alla guerra (vi ricorda l’Ucraina di oggi?) bombardandolo.

Per soddisfare le necessità mediatiche richiamando l’emotività e l’istinto delle masse a prevalere sul proprio intelletto si aveva bisogno di un nuovo nemico per realizzare il piano delle super logge massoniche ultra-conservatrici, delle lobby a servizio del famigerato military-industrial complex  e dell’American Israel Public Affairs Committee (AIPAC) la potentissima lobby pro israeliana. Il nuovo nemico era il terrorismo, l’obbiettivo il controllo di 7 paesi in 5 anni (come ci spiegato pubblicamente dal Generale Wesley Clark ); per richiamare l’inconscio delle masse si organizzò l’operazione 9/11, ovvero la demolizione controllata delle torri gemelle e del building 7 e una esplosione al Pentagono tutto coreografato con lo schianto di qualche aereo. Da quel momento l’America dichiara guerra al terrorismo, gli obbiettivi sono Iraq, Syria, Libano, Libia, Somalia, Sudan e per finire Iran. War on Terror e Axis of Evil sono le nuove invenzioni degli spin doctors moderni sulle orme di Bernays. Nel 1973 Richard Nixon aveva negoziato con l’Arabia Saudita di proteggerli se questi cambio avessero venduto il loro petrolio in dollari americani. Questo sistema (petrodollaro) che crea una domanda di dollari artificiale serve a sostenere il cambio, in presenza di un saldo negativo della bilancia commerciale, finanzia il deficit estero degli Stati Uniti; in questo contesto si può analizzare quanto successo in Iraq e Libia. Il regime di Saddam Huessein, sostenuto dagli americani per anni, fu infatti spazzato via poco dopo l’annuncio che l’Iraq si apprestava a vendere il petrolio in euro e non in dollari. Stessa sorte toccò al regime di Muammar Gheddafi in Libia poco dopo avere manifestato l’intenzione di vendere il petrolio in cambio di dinari garantiti da depositi di oro. 

Oggi gli spin doctors della guerra hanno un nuovo mostro per evocare le ancestrali paure delle masse : Vladimir Putin, colpevole di non volere più giocare a palla  con sistema mafioso criminale della dittatura globale.  Le informazioni disponibili (ma soprattutto quelle non fornite da Stati Uniti e Ucraina) suggeriscono che l’abbattimento del volo malesiano MH17 è da considerarsi una psyop (operazione psicologica) affinché la gente associ nel proprio inconscio Putin al male (non a caso la Clinton ha detto che era il nuovo Hitler). E voi ci siete cascati? Forse per questo hanno rincarato la dose con l’omicidio di Nemstsov, dipinto dai media come il leader dell’opposizione russa, lui che invece aveva pochissimo seguito (e poi vogliamo credere che il vecchio KGB non sappia fare un lavoretto pulito a casa?). In questi due eventi avrete notato come i mezzi di informazione si siano mossi all’unisono , tempestivamente e senza versioni alternative ad indicare un solo colpevole, questo è quello che vi rimarrà nell’inconscio anche se si provasse che l’ MH17 sia stato abbattuto dall’esercito Ucraino e Nemtsov  ucciso da qualche testa calda per le su posizioni filo atlantiche sulla questione Ucraina.

Se vi era sfuggita la storia degli Stati Uniti che abbiamo qui brevemente riassunto (potreste anche non credere a tutto , ma un decimo basterebbe a darvi l’idea – e queste sono solo le più grosse di quelle che sappiamo ), o non siete riusciti a dare altra interpretazione ai fatti di oggi in Ucraina (altro colpo di stato sostenuto dagli Americani, contro un presidente impopolare ma democraticamente eletto), Siria (guerra per il controllo dei gasdotti dal Quatar),in Venezuela (dove gli Americani hanno recentemente provato a fare un colpo di stato) o in Yemen  è perché vivete nel matrix governato dalla corporatocrazia, intontiti dalla propaganda atlantica, o perché siete parte del matrix (militari, massoni, giornalisti venduti e cooptati dai servizi segreti, politici, burocrati dalle varie istituzioni che ci governano : Parlamento, Europeo, Commissione Europea, Consiglio dell’Unione Europea, BCE, IMF, World Bank, tutti criminalmente e consapevolmente compiacenti per un tornaconto personale) . 

Mettiamo le cose in prospettiva e ci accorgiamo che Charlie Hebdo è verosimilmente un’altra psyop e che tutto sommato non è cosa grave, come altre che i media ci tengono nascoste. Scopriamo che tutti i presidenti Americani del secondo dopoguerra sarebbero considerati criminali di guerrase giudicati con gli stessi principi del tribunale di Norimberga contro i crimini nazisti (altro che Fonzie,di Happy Days, A-Team,  Supercar, il mio amico Arnold, MacGyver, i Robinson, Miami Vice,  genitori in blue jeans, Dallas, Alf,  la signora in giallo, Hazzard,  Star Trek, Dinasty, Love boat, in viaggio nel tempo) e purtroppo non ci resta che piangere davanti a questi Stati Impuniti d’America.

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: