//
you're reading...
debt

Crisi Grecia, le banche dell’eurozona corrono ai ripari in caso di default

ATENE (WSI) – Alle divisioni delle banche greche con sedi all’estero è stato chiesto di azzerare l’esposizione al debito ellenico. Le nazioni confinanti o vicine alla Grecia stanno a tutti gli effetti mettendo in quarantena Atene per salvarsi la pelle.

Il giro di vite sul settore bancario greco avviene all’unisono. Secondo quanto riporta il quotidiano Kathimerini, le banche centrali dei paesi europei dell’area sud est (Albania, Bulgaria, Cipro, Romania, Serbia, Turchia e Repubblica di Macedonia) in collaborazione con il meccanismo di supervisione della Bce SSM (Single Supervisory Mechanism) hanno chiesto alle banche locali di eliminare l’esposizione sui titoli greci al fine di proteggerle in caso di un “greek accident” e scongiurare un contagio.

Le banche saranno obbligate a ridurre a zero i rischi rappresentati dagli investimenti in bond, depositi bancari, prestiti e altre attività che potrebbe essere colpite nel caso in cui la crisi greca dovesse precipitare.

L’obiettivo è minimizzare i pericoli di un contagio se le trattative tra i creditori dell’area euro e il governo greco non dovessero dare frutti.

Resa necessaria dalla retorica aggressiva dell’esecutivo, in particolare poco dopo la sua elezione, e della Germania. Il governo Tsipras ha chiesto una ristrutturazione del debito osservando che non potrà mai essere ripagato e che non intende più rispettare gli accordi presi con la troika, perché si sono rivelati.

La decisione è un segnale di come i paesi vicini alla Grecia ritengono ormai che un default sia imminente e stanno di conseguenza facendo comprensibilmente il possibile per mettere al sicuro i propri sistemi finanziari.

In marzo è proseguita la fuga dei depositi dalle banche. In marzo altri 5,27 miliardi di euro sono stati prelevati dai conti correnti. Le passività complessive del settore finanziario, a cui Draghi ha garantito assistenza d’emergenza tramite il canale di finanziamento ‘Ela’ (Emergency Liquidity Assistance), ora si attestano a 96,427 miliardi di euro.

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: