//
you're reading...
Others

Chi paga il conto se la Grecia fa crac

AlessandroPedrini Finanza&Mercati

Giuliano Ferraino per Corriere della Sera

Il paradosso della crisi greca è che nemmeno un accordo in extremis tra Atene e i suoi creditori, per scongelare l’ultima tranche di aiuti da 7,2 miliardi di euro, basterà a superare la crisi ellenica. Senza un nuovo piano per soccorrere Atene, il terzo dopo i salvataggi del 2011 e del 2012, per 240 miliardi complessivi, un’intesa servirebbe soltanto a scongiurare un default in giugno, quando il governo greco dovrà rimborsare, in 4 rate, circa 1,6 miliardi al Fondo monetario internazionale (Fmi). La prima rata, 302,8 milioni, scade il 5 del mese. Ma un nuovo bailout della Grecia oggi è tutt’altro che scontato.

L’estensione di 4 mesi al programma di aiuti, concessa a fine gennaio dopo la vittoria alle elezioni di Syriza, il partito di sinistra radicale, si è trasformata in trattative estenuanti tra il governo guidato da Alexis Tsipras e i creditori. I…

View original post 497 more words

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: