//
you're reading...
Others

Pubblica amministrazione in debito di 60 miliardi con i fornitori

AlessandroPedrini Finanza&Mercati

Ansa

Secondo le stime presentate ieri dalla Banca d’Italia nella “Relazione Annuale 2014”, al 31 dicembre scorso il debito commerciale della nostra Pubblica amministrazione (Pa) nei confronti dei fornitori privati ammonterebbe a 70 miliardi di euro. “Depurando da questo importo i 10 miliardi circa che i creditori hanno ceduto pro soluto alle banche -dice il segretario della Cgia di Mestre Giuseppe Bortolussi – si evince che la nostra p.a deve saldare ancora 60 miliardi di euro ai fornitori”.

“Nonostante gli annunci, le promesse e i 56 miliardi di euro messi a disposizione dai Governi che si sono succeduti in questi ultimi anni per il biennio 2013-2014 – prosegue – lo stock di debito rimane ancora molto elevato, poiché la nostra Pa continua a pagare con forte ritardo rispetto a quanto previsto dalla Direttiva europea introdotta nel 2013, che impone di pagare entro 30-60 giorni”. Infatti, sostengono gli Artigiani di Mestre…

View original post 79 more words

Advertisements

Discussion

One thought on “Pubblica amministrazione in debito di 60 miliardi con i fornitori

  1. Vero! Ma se lo stato dovesse pagarli con il loro concorso alle spese pubbliche ( leggi evasione fiscale) aspetterebbero anni luce!

    Posted by roberto | May 28, 2015, 7:56 am

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: