//
you're reading...
technical analysis

Approfondimento ABC Economics sugli investimenti alternativi (Claudio Di Lazzaro)

Claudio Di Lazzaro (ABC Economics) – L’analisi che segue non prende in esame i titoli di stato che stanno registrando la peggiore performance mai vista con interessi negativi in alcuni casi, né le singole azioni (è possibile operare in Intraday), dove la strategia buy and hold non è ottimale quando i mercati sono volatili o quando i paesi industrializzati attraversano fasi di crisi prolungate. Ci soffermeremo invece sui cosiddetti i Fondi d’investimento.

Proviamo a simulare un portafoglio di 200.000 euro con 6 fondi d’investimento da 25.000 euro l’uno, i restanti 50.000 euro sono lasciati in liquidità. Non ci addentriamo nella fase di style analisys o found selection, ma ci focalizziamo su alcuni fondi (anche semi-attivi) che rientrano nel secondo e terzo quartile, in modo da evitare di introdurre fondi con brillanti performance che potrebbero distorcere la nostra analisi. L’obiettivo è quello di incrementare il capitale nel medio lungo periodo considerando fondi bilanciati (non esclusivamente) con portafogli cosi composti, 50% componente obbligazionaria,20% monetaria monetaria e 30% parte azionaria. Questa composizione è l’idea di partenza ma ogni gestore provvederà a riallocare il portafoglio sulla base dei trend e views di mercato. Ovviamente qui riveste un ruolo importante il consulente che dovrà consigliare l’investitore tenendo conto di vari aspetti, la Mifid in primis.

I fondi da me selezionati riguardano un’ampia diversificazione geografica (al fine di ridurre il rischio idiosincratico) e settoriale (blend, value e Growth), anche il merito creditizio è collocato in una fascia media. Come prima accennato ho selezionato fondi non particolarmente eccellenti, dato che il backtesting del portafoglio dei risparmiatori in media mostra la presenza di sensibili perdite, esiste il rischio di oscillazioni dei prezzi causato da variabili macroeconomiche/finanziarie. La volatilità è un fenomeno implicito del mercato e l’investitore deve essere ben informato. La componente liquida in portafoglio può aumentare o diminuire a seconda delle fasi di mercato, solitamente è consigliabile impiegarla in conto deposito che può avere una remunerazione netta tra 0.70%-1.30%. Anche qui attenzione a selezionare il tipo di banca dato che sul mercato italiano ci sono alcune di esse in difficoltà finanziaria e per attrarre clientela concedono tassi remunerativi più elevati.

fu1

fu2

fu3

fu4

fu5

fu6

fu7

I dati sono stati ricavati da “Morningstar”, ho escluso dall’analisi nomi ed indicatori di rischio ecc.. dei fondi in quanto questo report non è finalizzato a scopo di marketing ,vendita prodotti o consulenza, ma piuttosto va a rilevare una determinata situazione empirica. Entrambe le analisi, portafoglio fondi e mercato immobiliare italiano partono dal 2008/09. Abbiamo appena mostrato il comportamento in media di un portafoglio DIVERSIFICATO e scopriamo che pur avendo fondi poco performanti e tenendo conto che alle spalle abbiamo un arco temporale 2008-2014 con una crisi finanziaria e una crisi del debito in Europa, il capitale è stato incrementato, ovviamente occorre detrarre dal guadagno l’imposizione fiscale e le commissioni di entry e managing del gestore. Un aspetto importante è che l’investitore ha con se diversi strumenti per coprire le perdite di breve/medio periodo di un fondo, prima di tutto le cedole periodiche. Qui svolge un ruolo chiave la liquidità lasciata in portafoglio, possiamo impiegarla per acquistare Future, ETF o Opzioni put. Anche qui il ruolo del consulente è fondamentale per far selezionare al cliente prodotti per la copertura del portafoglio. Cosa importante prima di aprire posizioni di hedging bisogna vedere bene le assets class su cui investono i fondi, altrimenti si rischia di amplificare le perdite.

Questa analisi non ha alcuno scopo di sollecitare l’investimento in fondi ma di mostrare come il mattone abbia perso la sua importanza, e per il futuro svolgerà un ruolo marginale nel patrimonio degli investitori, inoltre per gli amanti di tale asset è consigliabile acquistare fondi immobiliari che applicano gli stessi principi di diversificazione degli altri. Bisogna anche dire con tutta onestà che in altri paesi il Reale Estate da ottimi rendimenti (es. Usa, Singapore, Londra) ma in questo tipo di mercati c’è una maggiore flessibilità dei prezzi, in Italia esistono resistenze al ribasso dei prezzi.

Cosa occorre tener conto prima di introdurre un fondo in portafoglio?

1) Scenario Macroeconomico.
2) Politica monetaria delle principali Banche centrali mondiali.
3) Analisi di tecnico/ swing trading e analisi statistica dei principali mercati mondiali, al fine di studiare il singolo mercato per vedere punti di entrata e di uscita.
4) Le news, queste sono importanti ma occorre filtrare i rumors intraday dei mercati, soprattutto se l’investitore ha holding period elevati.
5) Monitoraggio, Asset Allocation tattica, riallocazione e roll-over periodica sulla base dei trend di mercato.

Concludo dicendo che il prossimo anno entrerà in vigore una legge che stabilisce, con un apposito ordine, coloro che devono partecipare al risanamento della banca in caso di una crisi finanziaria:

1) Azionisti
2) Obbligazionisti
3) Correntisti che hanno una disponibilità superiore ai 100.000 euro.

Quindi fate attenzione alla banca che scegliete.

Dello stesso autore potrebbe interessarti anche:

Report ABC Economics sul mercato immobiliare italiano (di Claudio Di Lazzaro)

fu0

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: