//
you're reading...
Italy

Due considerazioni su Bersani e l’Articolo 53

Di seguito una riflessione di Claudio Mazzoccoli della Associazione Articolo 53 che in passato, sempre qui sulle pagine di ABC Economics, aveva scientificamente “sbobinato”, e quindi criticato dal punto di vista giuridico e contabile, la proposta della Flat Tax avanzata dalla Lega Nord. Si faccia riferimento al seguente link: https://abceconomics.com//?s=articolo+53

di Claudio Mazzoccoli / Dunque Bersani oppone a Renzi la Costituzione in tema di Tasse. In questo, si inizia a citare l’Articolo 53 della Costituzione…Allelujah!

Ma , a ben guardare, le parole dei Bersaniani entrano solo in punta di piedi nella questione fiscale, toccando appena quello che riguarda il secondo comma dell’Articolo 53, ovvero il tema della progressività del sistema fiscale.

Al caro Bersani occorrerà ricordare che, forse, tanto e poi ancora tanto ci sarebbe stato da dire e, soprattutto, da fare quando ben altra era la sua posizione nel partito.

Ad esempio: la attuazione del principio di determinazione della Effettiva Capacità Contributiva per tutti, eliminando Studi di Settore, fortettini, forfettoni, contabilità semplificate, cedolari secche o meno sugli affitti e sul capitale etc.

Che occasione perduta, quella di non consentire già nel periodo 1980-1990 che l’Articolo 53 diventasse operativo . E che errore quando negli anni successivi la “cosiddetta sinistra” non ha pensato di rendere operativa la Costituzione consentendo che il sistema analitico-deduttivo-sistematico diventasse l’unico metodo per la determinazione degli imponibili nella consistenza effettiva. (Redditi meno spese meno IVA e meno ACCISE) ..

E ancora, che errore quando non è stata attuata la riforma che poteva rivoluzionare davvero il paese: quella che consentiva la Redistribuzione del Carico Fiscale in modo conforma a quanto detto dal Costituente:
_________________________
“L’onorevole Scoca, nella sua alta competenza, ha voluto richiamare il criterio della progressività; ma ha tenuto conto che non si può applicare, come abbiamo visto, a tutti i singoli tributi; ed è ricorso alla formula che l’onere complessivo dei tributi che gravano su ogni cittadino sia progressivo. Criterio esatto; ed in sostanza equivalente all’altro, su cui poi proponenti e Commissione si sono accordati, che il complesso del sistema tributario sia informato a progressività
______________________
Qualcuno mi dirà “Meglio poco che nulla”…
Ma vorrei osservare che , sulla Costituzione, non si può transigere. “ Duole notare come la Costituzione spesso non sia concepita nella sua interezza, ma come un menu “a la carte” ove scegliere di volta in volta quello che fa comodo e gettare il resto nella spazzatura.”

Ricordo anche che, buttata nel cestino nel 1973 la Legge Delega 825/1971, nessun Governo ha pensato di ATTUARE la Costituzione attraverso una Riforma del Sistema Fiscale che prevedesse la attuazione dei due commi dell’Articolo 53……….

tax img

Advertisements

Discussion

No comments yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

acquista ABC ITALIA, edizione 2016

Click here to download “Brexit?”, Fugazzi’s new book on the EU Referendum

ABC Economipedia, 2nd edition now out!

London One Radio

PIL – Professionisti Italiani a Londra

%d bloggers like this: